martedì 11 novembre 2014

Sono fatti così, cosa ci vuoi fare?

Quando sento sta frase, il fegato non si rigonfia di bile, ma esplode con l'impeto di 5 bombe atomiche contemporaneamente. Odio questo atteggiamento, ma odio ancora di più il vittimismo e chi fa il furbo. Non posso e non voglio credere che il mondo umano possa basare la propria esistenza su persone di questo genere. I burocrati decidono senza tener conto delle condizioni di chi subirà le loro azioni. A loro non importa nulla del prossimo, nessuno fa niente per niente. Ma poi arriva la piramide dello scarica barile. La colpa non è più dei burocrati, ma di chi sta loro sopra. In pratica si scopre che nessuno ha colpa. Questa ambiguità fa rabbrividire, perchè si sposta anche in ambito familiare. Pensare che nemmeno della persona che ami puoi fidarti, diventa dura. A volte penso che il mondo sia davvero un cesso a cielo aperto, dove tutto è concesso e tutti(o quasi) riescono a farla franca. Ma allora tutti quei discorsi sul rispetto, la legalità e l'intransigenza, sono solo parole al vento? Sono semplice retorica senza alcun valore? Visto ciò che si vede in giro, parrebbe di si. A parole tutti sono dei santi, ma alla prova dei fatti, nessuno può ritenersi esente da questo modo di pensare. La perfezione non è insita nell'uomo, ma è molto più facile dire che non ci si può far niente se si è così.

Nessun commento:

Posta un commento