Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2015

Familyday...la solita carellata di luoghi comuni

Sono davvero stanco di sentire:"... la famiglia x è meglio della famiglia y...","...i bambini devono avere un padre e una madre..." e cazzate varie. Perchè è di questo che si tratta, di semplici cazzate. Parlano di teoria gender come se esistesse o avesse chissà quale valore intrinseco. Si parla di famiglia "naturale", quando in natura le famiglie così dette sono la minoranza. In alcuni casi, addirittura, i genitori sono totalmente assenti, li mettono al mondo e poi li abbandonano a loro stessi. Per di più non esiste solo la famiglia naturale composta da madre, padre e figli, nemmeno nella specie umana(forse è la maggioranza, ma solo per consuetudine)è la sola ed unica. Esistono culture dove esiste un solo padre e tante madri(cultura poligama patriarcale)e alcune in cui esiste una sola madre e tanti padri(poligamia matriarcale) e famiglie dove i figli hanno come punto di riferimento l'intera tribù a prescindere di chi siano i genitori naturali. Famig…

Gay Pride: è una carnevalata?

Immagine
Gay Pride è una pagliacciata carnevalesca o è qualcosa di più?
I media dipingono questa manifestazione come una sorta di carnevale estivo, carri, travestimenti, caciara ed esibizionismo. Questo, ovviamente, non è vero, per lo meno lo è solo in parte. Se sfilassero in giacca e cravatta nessuno, o quasi, li cagherebbe di striscio. E' l'eccesso che fa discutere, è l'esibizionismo, come un pugno allo stomaco, fa pensare. sicuramente l'ostentazione di certe persone può essere visto come un contro senso, vedere un gruppo di ragazzi praticamente nudi, da l'idea di trasgressione più che di volontà di affermare i propri diritti.  Ma questo che vuol dire? Che chi sfila in modo eccentrico è semplicemente in cerca di notorietà? O che ama essere ammirato? Forse ma non solo. Vuole affermare la propria personalità eccentrica e creativa, dimostrare che non per forza essere diversi è disonorevole o malato. Spesso è l'eccesso che fa riflettere, fa capire che dietro quell'at…

Religione: un bene o un male?

Immagine
Umberto Eco ha definito parte del popolo di internet "legioni di imbecilli". Ovviamente sono d'accordo con lui. Come sempre ci sono i distinguo, coloro che non seguono la massa che cercano di avere un'opinione non omologata ed essere critici ed autocritici, passando per troll nonostante la loro unica colpa sia quella di non accettare a priori una teoria solo perchè il guru di turno dice che è l'unica e sola accettabile.  Tra queste "legioni di imbecilli"(senza offesa per nessuno, non voglio fare di tutta l'erba un fascio, parlo solo di quelle persone che con la loro ottusità hanno reso la vita del prossimo una perenne lotta) ci sono alcuni relgiosi che sanno solo aprire bocca per darle fiato. In primis molti esponenti della Chiesa cattolica che parlano(lo spero per loro)senza riflettere. Come ho sempre detto, la religione è come un'arma carica che va saputa usare, cosa che molti cattolici ignorano. Un'arma potente che può salvare o affossare…