Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2015

Biancaneve e le sette canne

C'era una volta una prostituta tossicomane di nome Biancaneve. Viveva con sette trans prostitute nane ninfomani: dammelo, prendilo, zoccolo, cortolo, spennolo, ninnolo e richionolo.
Vivevano in una catapecchia alla periferia di un bosco, ricco di una moltitudine di esseri mitologici, metà umani e metà puttanieri(cosa abbiano di mitologico non si sa), sempre in cerca di sesso droga e sballo estremo. La nostra Biancaneve adorava scopare con neri alti, palestrati, con cazzi enormi. Purtroppo viveva in una zona malfamata e il massimo che poteva avere erano nani brutti e sproporzionati.
Un giorno arrivò la trans delle trans pronta a farle un culo tanto. Era gelosa della sua beltà, in pratica un incrocio tra una donna e un mastino napoletano dopo un  incidente con l'acido, e questo la dice lunga sulla lucidità di questa donna.
Prima ci provò con una mela avvelenata, purtroppo fallì miseramente quando sulla sua strada incontrò l'uomo del monte che le disse...no.
Ci provò, gior…

Siamo un popolo credulone. Perchè?

Immagine
Come spesso accade, l'innovazione e il progresso scientifico e tecnologico non va al passo con quello culturale, anzi, sembra proprio che siano inversamente proporzionali l'uno all'altro creando un nuovo tipo di ignoranza, quella funzionale. Un esempio eclatante è la riduzione, sotto la soglia di pericolo, delle vaccinazioni nei bambini, rendendo vita facile a malattie come la pertosse, il morbillo e la varicella. Malattie che, se contrastate con il vaccino, erano già state debellate(o quanto meno tenute sotto controllo). La tecnologia ha reso molte persone funzionalmente ignoranti, poco informate e eccessivamente pigre nella ricerca della verità(che spesso non è una sola, ma tante e tutte probabili). Negli anni si è diffusa l'idea che per ogni cosa ci sia solo una verità e spesso questa verità coincide col proprio pensiero.  La ricerca della verità, ormai, si è trasformata nella sublimazione della propria verità denigrando tutte quelle opinioni, studi ed esperti che v…

2042:L'nizio della fine

Questa storia ha il suo epilogo nell'anno 2042.
Ogni forma di vita ha subito metamorfosi fisiche e psicologiche impressionanti. Cani, gatti, criceti, capre, pecore, scimmie, hanno subito una veloce evoluzione tanto da superare anche quella umana che, al contrario, ha subito una botta di arresto tra la fine del 2016 e gli inizi del 2017, a causa di un eccesso di dipendenza dalla tecnologia che ha portato gli esseri umani ad essere succubi di quest'ultima. Ormai non esistono più governi statali ma un unico e gigantesco governo mondiale che sta cercando arginare l'egemonia delle specie più evolute con mezzi ormai obsoleti e privi di efficacia. La razza dominante è quella dei Rettiliani, una specie evoluitasi grazie a degli errori di calcolo di alcuni scienziati umani che volevano trovare la cura all'involuzione umana, per impedirne la scomparsa.  Questo errore costò la vita a circa 2/3 della popolazione mondiale, ridottasi drasticamente a circa cinquecento milioni di un…

Preti: tra omosessualità e pedofilia

Immagine
In questi giorni è uscita un'intervista di don Gino Flaim in cui dichiarava che capiva i preti pedofili e che i bambini sarebbero i loro carnefici(non con queste parole, ma il senso è questo). Ovviamente è stato semplicemente sospeso, mica cacciato. Se avesse detto di giustificare la pedofilia e di avere una storia con un bambino, lo avrebbero cacciato(?) Chissà. Probabilmente lo avrebbero giustificato. Mica ha avuto una storia con un lurido frocio?!
Il bello è che dichiarazioni del genere, non sono nuove da parte di esponenti della Chiesa Cattolica.  Ciò che stranisce non è tanto la giustificazione della pedofilia in se, ma la criminalizzazione dei bambini.
Ora immagino un bambino di 7-8 anni, che vive in una famiglia (tradizionale) dove viene maltrattato e privato di quel affetto di cui ha bisogno, che va da un prete a chiedere aiuto e protezione. Questo bambino maledetto che dopo aver approfittato della carità cristiana del prete, comincia a fare avance al povero prete indifeso e lu…