domenica 18 ottobre 2015

Siamo un popolo credulone. Perchè?

Come spesso accade, l'innovazione e il progresso scientifico e tecnologico non va al passo con quello culturale, anzi, sembra proprio che siano inversamente proporzionali l'uno all'altro creando un nuovo tipo di ignoranza, quella funzionale.
Un esempio eclatante è la riduzione, sotto la soglia di pericolo, delle vaccinazioni nei bambini, rendendo vita facile a malattie come la pertosse, il morbillo e la varicella. Malattie che, se contrastate con il vaccino, erano già state debellate(o quanto meno tenute sotto controllo).
La tecnologia ha reso molte persone funzionalmente ignoranti, poco informate e eccessivamente pigre nella ricerca della verità(che spesso non è una sola, ma tante e tutte probabili).
Negli anni si è diffusa l'idea che per ogni cosa ci sia solo una verità e spesso questa verità coincide col proprio pensiero. 
La ricerca della verità, ormai, si è trasformata nella sublimazione della propria verità denigrando tutte quelle opinioni, studi ed esperti che vanno contro questa fantomatica verità.
Il caso delle riduzione delle vaccinazioni è solo la punta dell'iceberg. L'ignoranza funzionale coinvolge ogni campo, da quello medico a quello politico, da quello tecnologico a quello scientifico. E' più facile accettare un complotto di cui non vi sono prove che la realtà.
Con questo non voglio dire che tutto ciò che luccica sia oro, ma nemmeno che sia tutta paccottiglia. Ogni caso andrebbe analizzato e elaborato in modo imparziale indipendentemente da ciò che è il proprio credo.
Siamo arrivati al punto tale che, per certe persone, esista una teoria di genere dannosa per i propri figli solo perchè, alcuni esponenti politico-religiosi, la reputano tale. In realtà lo studio che usano come arma contro il gender, dice tutt'altra cosa rispetto alla loro interpretazione. Semplicemente dice che, i bambini non devono essere indottrinati limitando loro la libertà di scelta del proprio essere. Ovviamente questo significa semplicemente che uomo e donna non per forza devono essere considerati come persone che lavorano fuori casa e portano denaro a casa(uomini) e casalinghe(le donne). 
Con questo studio si voleva dare un taglio all'idea maschilista per la quale ogni donna doveva stare a casa a badare a figli e focolare domestico e uomo che porta a casa i soldi. 

L'ignorante funzionale ha anche il difetto di credere che il proprio pensiero sia giusto e inconfutabile anche quando gli si fa notare che ciò che dice è0 oggettivamente errato. 
Si pensi ai vari partiti populisti(il crogiolo per un ignorante funzionale) dove viene messo in croce il nemico predestinato, con insulti, prese di posizione estremiste e il lavaggio di cervello di chi segue questi guru del millennio.
Solo loro sanno cosa sia bene per il paese(nonostante siano stati al potere anni addietro e non abbiano fatto praticamente nulla per ovviare ai problemi che hanno portato il paese al punto in cui si trova) e chi dice che le loro sono solo chiacchiere basate sul nulla(perchè a sostegno non portano prove ma solo tesi basate sul sentito dire)vengono automaticamente esclusi dalla discussione e insultati pesantemente.
Far notar loro che alcune delle cose in cui credono sono nate da bufale infondate è, per loro, la prova provata che i loro ragionamenti filano e che, loro, sono nel giusto e gli altri sbagliano inesorabilmente.

Il dialogo a senso unico è diventata la loro bandiera. Ciò che fa o dice il proprio guru è legge pari ai dieci comandamenti dati da Dio a Mosè. Frasi e slogan incisi nella pietra a cui non ci si può ribellare e da rispettare ad oltranza.

La #Chiesa cattolica(insieme alle altre chiese)sono state per secoli l'apoteosi dell' ignoranza funzionale e nutritori di queste persone, ma vista la limitata espansione(se non grazie a governanti ultra religiosi) del loro pensiero, l'ignoranza funzionale era ridotta e circoscritta.
Poi arriva la tecnologia(prima fra tutte quella televisiva)che raggiunge un numero maggiore di persone da indotrinare col pensiero unico. 
Ma è davvero così facile manipolare orde di persone fino a trasformarle in esaltati privi di scrupoli?
A quanto pare si.
Tempo fa, contro le vittime di Vanna Marchi, Vittorio Sgarbi, insorse accusandoli di essersela cercata. Visti i tanti #grillini, #leghisti, #anti-gender che ogni giorno aprono bocca esponendo ovvietà e verità assolute(senza portare a sostegno prove inconfutabili, ma semplici link a siti di disinformazione e di dubbia autorevolezza) sembrerebbe che gli ignoranti funzionali siano in costante aumento. 
Ognuno è libero di avere la propria opinione, e questo è un diritto sacrosanto, ma la libertà del singolo non può mai andare oltre a quella di gruppi di persone o singoli a loro volta. #Libertà di espressione non è la libertà di insultare il prossimo. Quella, oltre ad essere maleducazione, è una palese violazione della libertà altrui.
Certi discorsi e certe opinioni, spesso valicando il buon senso, vengono espresse per limitare le libertà altrui. Ma per l'ignorante funzionale medio non è importante, finchè altri fanno la stessa cosa a lui. Insomma, insultare il prossimo va bene finchè non si è sotto il fuoco diretto.

Certe volte mi chiedo se aver dato la possibilità di utilizzare canali telematici(#tv e #internet)a chiunque sia stata una buona idea.
Visti i risultati sembra proprio di no.
Ma questa è una mia opinione. 


#legaNord, #movimento5stelle, #ignorante funzionale, #chiesacattolica

Nessun commento:

Posta un commento