lunedì 6 ottobre 2014

Memorie di un neutrone

Tutti hanno diritto a vivere tranquillamente. Nessuno può imporre la propria volontà sugli altri. Ma, spesso e volentieri, questo concetto, viene stravolto in modo tale che chi che sia, ha il diritto di offendere chiunque per qualunque motivo, nonostante ciò sia deleterio per la pacifica convivenza trasformando il suo diritto ad esistere più importate di quello di chiunque altro.
Si dice che il mondo è bello perché  vario, allora perché cercare di cambiarlo ponendo paletti inutili e dannosi? Semplicemente perchè l’uomo ne ha bisogno. In caso contrario, l’anarchia, prenderebbe il sopravvento distruggendo qualunque forma di libertà individuale e collettiva.
Ma siamo sicuri che l’anarchia sia un male per questo mondo sempre più vicino alla fine? Per alcuni esponenti politici e non, sembrerebbe di no. L’anarchia è una forma di democrazia una tantum. Tutti ne possono beneficiare almeno una volta nella loro vita.
Trovo sconcertati gli atteggiamenti dei tanti che difendono questa o quella democrazia, definendola l’unica e la sola che possa funzionare. Come se la democrazia fosse un qualcosa di oggettivo applicabile in qualsiasi paese, cultura del mondo. Ogni variabile, in tal senso, è da mettere in conto per capire se una democrazia sia adatta al un paese piuttosto che ad un altro e fare in modo che non si  trasformi col tempo i dittatura.
La democrazia passa soprattutto dai diritti concessi e dai doveri richiesti. Un diritto che viene concesso non deve sovrastare un diritto già acquisito, specie se questo diritto non ha mai danneggiato alcun diritto di terze persone.
La tolleranza è una delle colonne che devono sostenere una democrazia. Ma quando questa fondamentale peculiarità viene a mancare, tutto ciò che su essa viene basato crolla come un castello di carte al vento.
Si pensa alla democrazia come collante tra le varie classi sociali. Forse è giusto come ragionamento, ma non può essere l'unico e solo. Può essere un additivo del collante, ma non l'unica sostanza che lo formi.
Oltre alla democrazia, ci vuole la cultura democratica, la tolleranza, la  lotta all' ignoranza e tanta pazienza.

Nessun commento:

Posta un commento