martedì 14 ottobre 2014

Beppe Grillo contestato a Genova

Oggi a Genova è arrivato Beppe Grillo a dar sostegno alla sua città, non come i soliti piddini che stavano li solo per contestare il grande salvatore della patria.
Ma chi li paga questi angeli del fango? Anche loro assoldati dalla casta per far finta di spalare melma e attaccare il nostro maestro di vita che, nonostante il gran successone del circo massimo, è rimasto umile e generoso? Sento aria di complotto. Anche voi la sentite? E avete ragione. La lobby degli immigrati ha inviato tanti uomini e donne extracomunitari per far credere che anche loro servono a qualcosa cosi che, noi italiani, non avremo più motivo di dire di mandarli a casa loro, come detto da di Maio e dai tanti gentisti italiani non razzisti(mica loro sono come forza Nuova e lega). Quando ha detto:" io non spalo il fango chiedilo a Renzie", aveva ragione da vendere. Perché il nostro grande leader(non leader, visto che i 5 stelle hanno solo la base ma non il leader) dovrebbe sporcarsi le mani e la sciarpa di seta? Mica è un grillino qualunque o un plebeo? 
Se non fosse per il grande Beppe che ha portato i giornalisti, chi avrebbe parlato di Genova in questi giorni terribili? I vari inviati dei vari Tg? Non credo.  C'erano già da venerdì, si potrebbe obiettare.  La verità che nessun Tg vi racconterà è che quei video e foto sono dell'alluvione di tre anni fa quando Beppe portò, minacciando di sguinzagliargli contro i vari di Battista e taverna, i giornalisti. Questa è la verità che troverete sul sacro blog appena Beppe tornerà da Genova e la notizia verrà rimpallata tra tutti i blogger seri ed onesti degli attivisti 5 stelle, gli unici che hanno le capacità e il coraggio di andare contro l'informazione di regime renziana (anche se Renzi sta al governo da meno di un anno e Beppe nostro dice che l'informazione è di regime da molto prima). Ovviamente,  oltre a farsi pagare dai suoi adepti, grillo, deve farsi pagare anche dai giornalisti che ha portato nonostante siano casta. Proprio perché sono casta devono pagare. Che poi i giornalisti li reputi inutili e dannosi è un altro discorso.
Per questi ed altri motivi, Beppe santosubbito, non deve essere criticato perché lui è il nostro salvatore.
E che non fosse potuto andare a Genova stando al circo massimo non è colpa sua. Mica ha il potere dell' ubiquita'? La cosa che poteva fare era quella di far finire la festa al circo massimo e precipitarsi a Genova il prima possibile.
Senza contare l'amore dei nostri meravigliosi ragazzi che hanno chiesto di fermare i lavori in parlamento per poter andare ad aiutare la città che ha dato i natali al nostro messia. Se poi la casta non ha voluto, la colpa non è mica loro. C'è chi dice che potevano spostare la festa e andare a Genova senza bloccare i lavori in parlamento. Ma come fai a spostare miglia di pecore... Ops... attivisti 5 stelle, senza creare problemi alla circolazione e impedirne la dispersione per i vicoli del circo massimo? Scherziamo?

Nessun commento:

Posta un commento